Recensioni

Revisione | Hatsune Miku Logic Paint S

Come persona che gioca spesso a puzzle game e vari giochi di memoria muscolare su console mentre fa il multitasking – quando guardo un programma TV o un evento sportivo non particolarmente intenso – i giochi Picross su console Nintendo mi sono serviti bene, offrendo il mio tipo di puzzle preferito in un formato conveniente. Ho lamentato a lungo l'assenza di notevoli giochi di puzzle nonogram su Xbox, e ora finalmente ne abbiamo uno, basato sul progetto Vocaloid più famoso, nientemeno. Ecco la recensione di XboxEra per Hatsune Miku Logic Paint S!

Riempiendo gli spazi vuoti

Devo ammettere che non ho molta familiarità con l'intero fenomeno globale di Hatsune Miku e, in una certa misura, mi sorprende che sia ancora così rilevante fino ad oggi. Le contagiose canzoni in stile anime con codifica vocale e la tradizione intorno ai personaggi colorati che circondano Hatsune sembrano essere un argomento caldo fino ad oggi, qualcosa che non mi dispiace affatto: queste melodie energiche danno un'atmosfera divertente e spensierata agli enigmi del gioco. Ma personalmente, ho acquistato questo gioco con l'intenzione di giocare a nonograms e un IP con licenza è solo la ciliegina sulla torta. Quindi... come fa questo gioco a gestire detti enigmi?

I puzzle standard vanno da griglie 5×5 estremamente facili, fino a complicati colossi 20×20, con le più piacevoli variazioni 10×10 e 15×15 nel mezzo. Come ogni fan di detti enigmi sa, i nonogrammi sembrano una miscela di Campo minato e sudoku, con i giocatori che danno istruzioni su quanti pixel riempiti consecutivi ci sono su ogni riga e colonna e devono usare l'intuizione per trovare un terreno comune tra detti suggerimenti, lentamente disfandosi un disegno monocromatico che una volta completato si trasforma in una colorata pixel art. C'è anche una modalità in cui l'immagine da completare è composta da dozzine di puzzle più piccoli, rivelando infine un'opera d'arte sbloccabile più grande.

Mi ci vorrà un po'

Il gioco offre completa libertà sull'ordine in cui i giocatori possono affrontare gli oltre 350 enigmi nel titolo, ciò che conta in definitiva sono le stelle raccolte: fino a 3 per livello se sono finite senza suggerimenti ed errori. Ogni puzzle completato sblocca le suddette opere d'arte, mentre le stelle possono essere utilizzate per sbloccare diverse canzoni del progetto vocale Hatsune Miku, che possono essere ascoltate in modalità jukebox o impostate come musica di sottofondo per il menu e il gameplay allo stesso modo.

Mentre le console Xbox non dispongono di controlli touch screen, l'implementazione del gamepad del titolo è buona, sebbene il D-pad sia consigliato al posto della levetta sinistra per spostarsi sulla griglia. Con pratici pulsanti per posizionare pixel, spazi negativi ed evocare suggerimenti, il gioco è veloce e preciso, rendendo rari i clic sbagliati.

Il gioco non sembra nemmeno tentare di nascondere la sua chiara ispirazione dal franchise decennale di Picross di Nintendo, in particolare dai recenti episodi S su Switch. Sebbene ci sia un gran numero di enigmi e sbloccabili, mancano varie funzionalità rispetto alle puntate più recenti del franchise: nessuna modalità a due giocatori, nessun nonogramma colorato e ci sono anche meno opzioni per personalizzare i suggerimenti e gli assist. Il basso prezzo di lancio aiuta sicuramente a mitigare queste perdite, almeno.

Totalmente non Picross

Odio scrivere recensioni in cui confronto costantemente il gioco in questione con uno specifico prodotto esistente, poiché potrebbe sembrare che il principale punto di forza del titolo sia essere in qualche modo simile a un gioco più famoso. E mentre il famoso franchise Nintendo non ha sicuramente inventato i puzzle del nonogramma, l'intero design, la struttura e la progressione di questo gioco sono praticamente identici alla serie Picross S per Nintendo Switch, con solo una manciata di aggiunte come avatar e musica di sottofondo personalizzabile che lega il gioco all'IP su cui si basa. Potrebbe mancare di originalità, un paio di modalità di gioco e aggiunte di qualità della vita dai capitoli successivi della controparte di Nintendo, ma è una raccolta lucida e divertente di nonogrammi con un distinto sapore di Hatsune Miku che intratterrà i fan del genere per diverse dozzine di ore , riempiendo esattamente quel buco a forma di Picross che mancava nella libreria Xbox One e Series X|S.

Recensito ilXbox Series X
Disponibile suXbox One, Xbox Series X|S, Nintendo Switch, PC, Android
Data di uscita20th gennaio 2022
CostruttoriCrypton Future Media
Publisher Crypton Future Media
Voto PEGI 3

Hatsune Miku Logic Paint S

13.99 USD | 11,99 EUR | 9.99 GBP
8

Risultato

8.0 / 10

Vantaggi

  • Tonnellate di nonogrammi classici
  • Il crossover Hatsune Miku funziona
  • Comodi controlli
  • Primo gioco del genere su Xbox

CONTRO

  • Non così vario come gli ultimi titoli Picross
  • Solo nonogrammi monocromatici

Articoli Correlati

Lascia un Commento

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.

Così controllare
Chiudi
Torna a pulsante in alto