Recensioni

Revisione | Marta è morta

Martha is Dead è un gioco fotografico rilassante e tranquillo, ambientato in una pittoresca fattoria italiana, circondata da un bosco con un lago e una piccola città a due passi.

Il nome potrebbe far scattare Clark Kent in Batman v Superman, ma si riferisce invece a un peculiare gioco horror, in uscita il 24th di febbraio per la maggior parte delle piattaforme, inclusa Xbox.

Forse dopotutto non sarà così rilassante e pacifico?

La Grande Guerra

È il 1944 e la partita si svolge nell'Italia dilaniata dalla guerra. Il gioco si concentra su una famiglia, le cui vite stanno per cambiare drasticamente quando la figlia, Martha, muore, come suggerisce sottilmente il titolo.

Prendiamo il controllo di sua sorella gemella, Giulia, il cui viaggio di traumi emotivi, esaurimenti e tentativi di trovare una conclusione su questa devastante tragedia è vissuto dal giocatore, circondato dagli orrori e dai drammi della stessa guerra mondiale e da come ha plasmato la cultura italiana.

Ci sono molti momenti scioccanti (ne parleremo più avanti) e una manciata di rami narrativi che hanno un impatto sulla trama, ma gran parte del gioco in realtà avviene da dietro la prospettiva di una telecamera degli anni '1940.

Il giocatore interagisce con il mondo che lo circonda principalmente attraverso l'arte della fotografia. Nel corso del gioco, ti viene presentata una fotocamera con un timer (che a volte diventa anche parte integrante del gameplay), la possibilità di cambiare i tipi di pellicola con valori ISO per adattarsi a varie condizioni di illuminazione, nonché un -Pellicola rossa per la fotografia notturna e filtri colorati.

Queste funzioni e potenziamenti si ottengono man mano che la storia procede, modificando un po' il gameplay man mano che va avanti, come i livelli ISO più elevati che consentono più luce per esposizione ma anche una maggiore grana della pellicola. È possibile utilizzare anche il controllo dell'apertura e dell'esposizione, oltre alla messa a fuoco manuale, ed è un sistema così profondo che è possibile utilizzarlo semplicemente come una sorta di simulatore fotografico, per scattare bellissime foto ignorando i tristi eventi che ci circondano.

Questa è la parte pacifica del gioco, ed è già facile perderci qui. La camera oscura semplificata ma ancora lucida ti consente di inquadrare, mettere a fuoco e sviluppare le tue immagini, offrendoti l'esperienza completa della fotografia su pellicola. Sebbene non sia in alcun modo una ricreazione perfetta, come qualcuno che ama e comprende le basi della fotografia, è davvero delizioso vedere che i dettagli del mestiere sono stati ricreati molto bene nel gioco.

Stanza buia

Andare in giro e scattare foto è essenzialmente il ciclo di gioco. Meccanicamente, non c'è molto di più. Segui una serie di obiettivi, con il gioco che ti chiede di dare la priorità agli eventi e di uscire al tuo ritmo per esplorare i loro misteri, interagendo con alcuni oggetti lungo il percorso.

È interessante notare che questo è un gioco senza veri stati di fallimento e di solito non puoi chiuderti fuori da una soluzione. Non è nemmeno un vero e proprio puzzle game; si tratta più di trovare oggetti e ricordare posizioni e percorsi. Martha is Dead ha anche QTE, come quello per caricare il film nella fotocamera per la prima volta, inviare un telegrafo o ricevere un messaggio in codice Morse. Stranamente, anche i messaggi ricevuti sono codificati e devono essere decodificati con la tabella del codice Morse fornita.

Non proprio in base alla progettazione, ma il gioco presenta una manciata di situazioni in cui il gioco stesso delude il giocatore. Ho riscontrato più parti in cui non potevo più muovermi o gli eventi non sarebbero progrediti, il che è stato risolto salvando e ricaricando il gioco, cosa che può essere eseguita liberamente, fortunatamente. Questo tipo di difetti e altre stranezze sminuiscono quello che altrimenti è un mondo splendidamente realizzato, uno che chiede di essere fotografato, con una miscela di paesaggi incantevoli, essere alla luce del giorno o nell'oscurità. Ripensando a queste foto, ci sono così tante cose che voglio ricordare, ma anche molte che voglio dimenticare.

Sotto la superficie

Parliamo liberamente della trama, vero? Senza rovinare nulla o immergermi in quella scena inquietante che avrebbe causato la censura del gioco sulle console Sony, chiedo alle persone di capire che il gioco è sicuramente brutale e scioccante, ma non solo per il valore dello shock.

Certo, c'è una manciata di scene che sono cadute come "Twitch bait", e molte delle scene più inquietanti si verificano nella prima parte del gioco, quella che molto probabilmente diventerà virale tramite gli stream. Il personaggio principale e la sua famiglia sono, tuttavia, trattati con rispetto e il fatto che il titolo sia ambientato in un'Italia devastata dalla guerra è ancora una volta gestito con il giusto tocco.

Alla fine della storia, diventa anche chiaro che la storia e il narratore non sono così affidabili come avrei potuto pensare, facendomi dubitare di molte delle cose a cui ho assistito. Non voglio entrare nei dettagli della trama perché è un viaggio personale e profondamente toccante che dovrebbe essere vissuto. Ci sono molti temi fisici e mentali scioccanti allo stesso modo, e spero che il gioco non venga ricordato solo come "quel gioco horror con quelle scene cruente", perché c'è molto di più sotto.

Le origini italiane del gioco non sono solo evidenti nel mondo del gioco, ma anche nella presentazione stessa, con il gioco che presenta l'italiano come lingua vocale predefinita, sebbene siano disponibili anche inglese e tedesco per l'audio e molti altri per sottotitoli e testo. Sebbene il doppiaggio inglese sia competente, è l'originale italiano che trasmette più emozioni del cast originale e, per la maggior parte, è il modo migliore per godersi il titolo, anche se ci sono alcune scene in cui le voci sembravano un po' troppo allegro per la situazione a portata di mano. Questi sono eventi rari e generalmente l'alta qualità della consegna aiuta a elevare la storia e a trasmetterla in un modo che mi ha davvero colpito.

Orizzontale verticale

Tecnicamente parlando, il gioco è un po' irregolare, anche considerando le sue origini indie relativamente umili. Innanzitutto, su PC il gioco supporta Ray Tracing e DLSS, e su un 3070ti con risoluzione 1920×1080 su display a 120 Hz, il gioco richiede DLSS per prestazioni accettabili con RT abilitato. Anche allora, il gioco mostrava problemi con la stabilità del frame rate con cali di framerate inspiegabili e apparentemente casuali, con alcune scene che scendevano ai bassi 20 in FPS da oltre 80 con poca rima o ragione. Questo in aggiunta a numerosi difetti grafici come boschi, erba e papaveri che hanno un effetto luccicante molto distraente che si verifica di nuovo in modo casuale mostra che il gioco a volte lotta per tenersi insieme. Non abbiamo avuto la possibilità di testare le versioni Xbox One o Series X|S, ma i problemi di ottimizzazione potrebbero essere una piccola bandiera rossa anche per quelle versioni.

Per cercare di emulare quella versione il più fedelmente possibile, ho collegato un controller Xbox Elite Series 1 per il mio playthrough. I QTE erano chiaramente contrassegnati da pulsanti Xbox e stick, e per la maggior parte erano fluidi e reattivi, anche se alcuni richiedevano una presa più lunga dell'input rispetto alle indicazioni suggerite. Erano presenti anche tasti di scelta rapida per funzioni come la mappa, la fotocamera e la gestione dei menu, rendendo le cose più facili e riducendo notevolmente la navigazione nei menu. È un gioco in prima persona e, in quanto tale, tastiera e mouse sono probabilmente il metodo di input più adatto, ma ho scoperto che anche il controller funziona abbastanza bene.

Martha Is Dead è un titolo che i fan dell'horror e dell'esplorazione lenta (e del terrore strisciante) che di solito lo accompagnano apprezzeranno. Il tema del gioco è impegnativo, ma è anche trattato con rispetto e cura, nonostante alcune scene iniziali suggeriscano il contrario. Il mistero centrale è abbastanza intrigante e un finale di grande impatto chiude questo viaggio di 5-6 ore con una nota memorabile. Alcuni inconvenienti tecnici lo trattengono, ma se lo sviluppatore italiano LKA può appianare alcune delle carenze, Martha Is Dead è sicuramente un gioco che ti porterà in un viaggio che non lascerà presto i tuoi pensieri.

Recensito ilMicrosoft Windows
Disponibile suXbox One, Xbox Series X|S, PlayStation 4|5, PC
Data di uscita24th febbraio 2022
CostruttoriLKA
Publisher Produzioni Wired
Voto PEGI 18

Martha è morta

7.5

Grande

7.5 / 10

Vantaggi

  • Una storia genialmente potente
  • Meccanica fotografica ben realizzata
  • Visivamente piacevole

Svantaggi

  • Un paio di momenti per il valore shock all'inizio
  • Alcuni bug grafici e UX
  • Alcuni problemi di ritmo

Articoli Correlati

Lascia un Commento

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.

Torna a pulsante in alto